Tiscali SIM: Ho perso il PIN. Ho perso il PUK, come fare?

Tiscali SIM: Ho perso il PIN. Ho perso il PUK, come fare?

Come Fare Quando Smarrisci il PIN della tua SIM TISCALI MOBILE?

Hai perso il SIM della Tua Sim e ora non sai più come fare?

Hai inserito per 3 volte il PIN errato della Tua Sim e ora la tua SIM TISCALI Mobile si è bloccata e tu non riesci a ricordare il codice PUK per lo sblocco?

Ecco quali potrebbero gli innumerevoli casi per cui si blocca una SIM TISCALI Mobile, ed ecco la SOLUZIONE PER SBLOCCARE CON IL PUK LA TUA SIM TISCALI MOBILE!

  1. Hail al sim Tiscali mobile bloccata perchè non ti ricordi il pin?
  2. Non sai il PUK?
  3. Non trovi più la card dove erano segnati i codici pin e puk?
  4. Hai cambiato il PIN e ora non te lo ricordi più?
  5. Hai confuso il pin del blocco schermo del telefono col pin della sim, lo hai inserito 3 volte per errore e ora hai la sim bloccata perchè nonti ricordi neanche il PUK?

Se hai urgenza di sbloccare la tua sim tiscali mobile, ti consiglio di correre subito da me, con la sim bloccata e col tuo documento di identità, nel miglior negozio tiscali di Cagliari, vicino a casa tua, in piazza de Esquivel 8 sotto i portici, ampio parcheggio. Puoi anche telefonare allo  0707737944 oppure se hai avuto dei problemi e sei riusciti a risolverlo da solo, ti chiedo di condividerlo con me e con i lettori di questo post, che credo e sono convinto, siano ora, arrivati a questo punto, alla ricerca disperata di una soluzione per sbloccare la loro sim bloccata per pin o puk errato.

Intanto per correttezza, iniziamo a spiegare cosa sono e quali parti entrano in gioco per ottenere la soluzione del tuo problema della perdita di PIN e PUK e iniziamo a  definire cosa è PIN e PUK, tratto da Wikipedia:

  1. Ecco la definizione di Codice PIN tratto da Wikipedia:

Il codice PIN (dall’acronimo inglese Personal Identification Number, cioè Numero di Identificazione Personale), detto talvolta NIP nello svizzero italiano, è una sequenza di caratteri numerici usata solitamente per verificare che la persona che utilizza un dispositivo, ad esempio un telefono cellulare o un servizio, quale un prelievo con carta di debito, sia effettivamente autorizzata a compiere quella operazione in quanto proprietaria del dispositivo.

Ambito telefonia cellulare

Solitamente questo codice si trova riportato in un apposito spazio nella confezione della carta SIM, ma può essere reperito anche tramite i call center del proprio operatore telefonico. Ogni SIM viene realizzata con un proprio PIN, che può successivamente essere modificato.

Esso è costituito da un codice numerico (composto da un numero di cifre variabile da 4 a 8, generalmente sono 4) che il telefono chiede di digitare al momento dell’accensione perché la SIM consenta all’apparecchio di autenticarsi per la registrazione in rete ed essere utilizzato. Se viene digitato un codice PIN errato per 3 volte di seguito, la SIM card si “autodifende” bloccandosi parzialmente e non consentendo al telefono di entrare in rete, ovvero di funzionare come tale: in tal caso occorrerà fare ricorso al codice PUK (composto da 8 cifre e non modificabile) per riguadagnarne la funzionalità. Se poi si digita per 10 volte un codice PUK errato, la SIM si blocca del tutto e l’unico sistema per utilizzare ancora il telefono è cambiare SIM.

È possibile disabilitare la richiesta del codice PIN all’accensione del cellulare, per maggiore praticità. Tale operazione, tuttavia, aumenta il rischio di utilizzi non autorizzati.

2.  Il codice PUK sempre tratto da Wikipedia, l’enciclopedia libera a cui io da anni, ogni anno dono qualche decina di euro giusto per continuare a sostentarsi, (hanno tantissimi costi) e continuare a restare libera, ti consiglio di fare una donazione anche tu…

Il Personal Unblocking Code (PUC) o Personal Unblocking Key (PUK) è un codice usato nei telefoni cellulari GSM e in alcune Smart card per sbloccare un dispositivo precedentemente bloccato.

È principalmente utilizzato nel settore della telefonia. La maggior parte dei telefoni cellulari e delle rispettive SIM card sono protetti da codice PIN per prevenirne l’uso non autorizzato da parte di qualcuno che non è il proprietario del telefono. Dopo che è stato inserito un codice PIN errato per 3 volte consecutive la SIM si blocca parzialmente impedendo al telefono di entrare nella rete, ed è necessario inserire il codice PUK per riprendere a utilizzare il telefono. Esso è fornito dall’operatore di rete, non è modificabile dall’utente ed è generalmente composto da 8 cifre. Se si immette per 10 volte consecutive un codice PUK errato, la SIM card viene bloccata completamente e l’unico modo per poter nuovamente utilizzare il telefono è sostituire la SIM.

3. La carta SIM o Card SIM su cui trovi i 2 codici pin e puk che sembra non servano a nulla ma che in realtà, ti salvano la vita

Una carta SIM (dall’acronimo inglese Subscriber Identity Module, modulo d’identità dell’abbonato) è una smart card che viene inserita in un telefono cellulare e consente di archiviare in modo sicuro l’IMSI, un numero univoco associato a tutti gli utenti di telefonia mobile di reti GSM o UMTS, che rappresenta l’identità internazionale di un utente di telefonia mobile. Le carte SIM sono utilizzate dagli operatori di telefonia mobile per mettere a disposizione degli abbonati connessioni per servizi voce e dati, garantendo il loro controllo.

Questo post si aggancia al mio penultimo post, che ho scritto solo qualche giorno fa, dove parlo di cambio formato della sim, da standard, a micro o nano, ecco, la sostituzione della sim con una nuova, come quella che puoi vedere nella foto, ti risolve il problema di recupare il pin e il puk. La sim essendo nuova, ha ben stampigliato i due codici, pin e puk, basta reinserirli ed il gioco è fatto. Questo giochino ti costa 10,00 euro per la sostituzione della sim, la prossima volta stai attento/a. Leggi il post qui suk cambio formato sim tiscali mobile qui, oppure questo altro post dove parlo del cambio della sim tiscali mobile a nano sim.   

Al cambio sim, anche se risolve rapidamente il problema, occorre sempre il tuo documento di identità o il documento a cui è intestata la sim.

[wpmoneyclick id=3239 /]

Tiscali Cagliari: Sim, Cambio Formato, Furto o Sostituzione.

Tiscali Cagliari: Sim, Cambio Formato, Furto o Sostituzione.

Ti hanno regalato un nuovo telefonino e la tua vecchia Sim Tiscali Standard o Micro Sim non entra perchè ora hai una Nano Sim?

Hai una micro Sim Tiscali e il nuovo telefono che ti sei comprato o regalato monta una nano Sim?

Ecco come devi fare.

https://www.facebook.com/TiscaliPartner/photos/pcb.1960986227312736/1960985897312769/?type=3&__tn__=HH-R&eid=ARDJiXi4QxXc0GttUJJJ2uvF1gKp6jjL5YUS1apya6cfus-lsw76Cg-WfY_M9aXQb6vtZPKPj0ZBgCjJ&__xts__%5B0%5D=68.ARDlDEAue1A0QD7QNDru-Eb3V4HqwQWZDRrs0Hb6phNPVIfmO66nAUEkzNEdfgAqwzpBaTQ1_IW71H6PzNtdlO_r9mHvW0YX_iPw3TK5DFLuEyrdgRaCXkw0dsPGlQQzR-Mk3AvzM-p_ASSvUsp-_i2rpmXBMRPBcE-HGhivgnwGzw0kvaL0Ukap3lyWiLmhtLhoKRShIxO_duKz2jqCFsX7XYC5sK7muUFFGRQItu55gkfetoQaS9oCCqhDH9dkWzq-Ag25GEs8BimJCwvxR5F_BhB00aJo6wjdWH-7gKoX_YGaAVB-5aPEOZomhy68dSN0KKFZLuV7hFMXNPsto6SN_w

Innanzi tutto ti sconsiglio di tagliarla per un motivo. Si poteva fare prima, con i vecchi telefoni che gli giravi, gli toglievi il coperchio, gli toglievi la batteria e ci infilavi la sim nello slot.

Quindi ripetiamo, NON TAGLIARLA! QUESTO è UN SUPER CONSIGLIO!

Il taglio è una operazione che si faceva prima perchè i vecchi telefoni, passando dalla standard, quella grande, alla micro, con i vecchi sistemi operativi, a parte Iphone, non avevano ancora le procedure per salvare i numeri di telefono memorizzati sul cloud, sull’account Google nel caso di Android.

Ma ora, tutti i sistemi operativi, e anche i telefoni da poche decine di euro 50/60 euro, hanno questa caratteristica di importare ed esportare sul cloud, sulla SD in aggiunta, tutti i contatti della rubrica. Ma questo argomento, dato che è vasto, e non è l’argomento principale di questo post, lo riprendiamo in un altro momento, o se hai bisogno di assistenza, scrivi qui nei commenti.

Ti avviso subito che il cambio Sim Tiscali per cambio formato, ha un costo di 10,00 euro, che prevede anche una serie di servizi come la configurazione dell’apn, e il salvataggio dei numeri in rubrica se lo desideri. Ma non comprende l’installazione di altre app sul cellulare nuovo, o il salvataggio delle foto, dei dati, la reinstallazione di Facebook, Instagram e di altre APP, non comprende recuperare gli account, le password smarrite dei vari account, non comprende creare dei nuovi account, non comprende salvataggi e vari back-up o non comprende ripristinare vecchi back-up di precedenti installazioni o app.

Insomma i 10,00 euro comprendono solo la sostituzione della sim tiscali e configurazione apn e salvataggio dei numeri della rubrica. Stop. Tutte le altre “Cortesie” hanno un prezzo ed un costo, che possono arrivare anche fino a 40,00 euro dipende dal tempo che ci si impiega per fare tutto. A volte anche un ora o due ore. A volte recuperare password è veramente impossibile, per cui si deve procedere alla creazione di un nuovo account Google, perchè magari il vecchio era stato fatto dal nipote che oramai sta facendo il pizzaiolo in Germania.

Ecco ora quali sono le quattro possibili cause per fare un cambio Sim, e analizziamo poi nel dettaglio quello che serve per fare un cambio formato, il punto 4), tralasciando per il momento gli altri 3 motivi per i quali bisogna fare un cambio sim tiscali.

tiscali Cagliari cambio sim formato

tiscali Cagliari cambio sim formato

  1. Furto o Smarrimento (Il cliente ha smarrito o gli è stata rubata la SIM e ne chiede la sostituzione. L’operazione è a pagamento.) Serve denuncia alle Autorità (Polizia o Carabinieri)
  2. Danneggiamento (La SIM del cliente, precedentemente funzionante, è stata danneggiata per sua responsabilità (es. bagnata o deteriorata). L’operazione è a pagamento.)
  3. Guasto (La SIM del cliente non ha mai funzionato e si ritiene sia nata difettosa. L’operazione è gratuita.)
  4. Cambio Formato (Il cliente desidera cambiare il formato della SIM, (es. da micro a nano).  L’operazione è a pagamento.)

Ecco cosa serve per fare il cambio formato, “Il cliente desidera cambiare il formato della SIM, (es. da micro a nano).
L’operazione è a pagamento.” ecco copiato e incollato papale papale le indicazioni dalla Dealer Station Tiscali.

Numero di telefono*
ICCID della SIM da sostituire (ultime 4 cifre)*
Codice Fiscale/Partita IVA dell’intestatario della SIM*
A volte è impossibile recuperare le ultime 4 cifre dalla vecchia sim, perchè è già stata tagliata in precedenza, infatti ne parlo a lungo nel mio video di qualche anno fa caricato su YouTube https://www.youtube.com/watch?v=8an63i5Uf80. Questo è un video Pubblicato il 23 dic 2013 quindi 5 anni fa ed ha ad oggi circa 300.000 visualizzazioni su YouTube ed un mucchio di commenti. Certo, la tecnologia da allora ha fatto passi da gigante e alcune cose oramai sono diventate preistoria.
In ogni caso esistono varie possibilità per recuperare l’iccid se avete tagliato la sim, come ad esempio:
  • possedere ancora la CARD, a cui era attaccata la sim che avete staccato, alcuni la conservano.
  • possedere il contratto che avete fatto quando avete fatto la sim vecchia da sostituire, sul contratto c’è scritto l’iccid della Sim Tiscali, anche se si è passati da un operatore all’altro.
  • andare al punto vendita dove si è fatta la sim tiscali vecchia da sostituire, il venditore dal suo sistema riesce a rintracciare il numero iccid
  • scaricare una app sul cellulare che vi legge l’iccid. Io utilizzo moltissimo di un italiano, esente da Virus, veloce sicura, che andrebbe premiato, Alessandro Digilio
  • un altro trucco veloce veloce che io conosco ma non vi dico…. Venite da me. Vi aspetto

Se hai problemi con la tua sim tiscali, se non sei riuscito ad utilizzare la tua sim tiscali, per tutti questi casi, scrivimi nei commenti, o passa nel mio negozio tiscali a Cagliari, il miglior negozio Tiscali di Cagliari, il negozio Tiscali più vicino a casa tua, in piazza de Esquivel 8 a Cagliari, fronte parco Monte Claro via Cadello, ampio parcheggio e fermata dei mezzi CTM qui di fronte, 5/8/3.

Chiama 0707737944 aperto dal lunedi al venerdi dalle 09:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 20:00. Sabato solo la mattina. In estate chiuso dal venerdi pomeriggio…

Se ancora sei indeciso del motivo per cui devi andare nel migliore negozio Tiscali di Cagliari, leggi il mio post https://www.andreaportoghese.com/2017/03/negozio-tiscali/

Ricordati che se hai problemi di telefonia puoi sempre rivolgerti a me, col mio servizio di sportello di conciliazione. Clicca qui per leggere di più su problemi di telefonia

E se il tuo gatto ti ha mangiato il cavo in fibra ottica o vuoi spostare il tuo modem Ftth da una stanza all’altra lo puoi fare con i miei cavi, unici per ora a Cagliari, lunghi fino a 50 metri. Clicca qui per leggere sulle prolunghe cavo fibra ottica

[wpmoneyclick id=3214 /]

 

📶Tethering Tiscali Non Funziona. Come Fare? ✔︎ SOLUZIONE

📶Tethering Tiscali Non Funziona. Come Fare? ✔︎ SOLUZIONE

Hai la Sim Tiscali Mobile e non ti Funziona il Tethering? Ecco come fare!

Iniziamo subito col dire che Tiscali non mette nessuna limitazione all’utilizzo del Tethering con le sue sim Tiscali Mobile.

Vuoi Attivare l’Hotspot della tua Sim Tiscali e non ti Funziona e non sai come fare? Ecco finalmente la Soluzione!
TETHERING TISCALI NON FUNZIONA

Questo è quanto riportato dalle pagine dell’assistenza tratto dal sito Tiscali.

Le SIM Tiscali non pongono limitazioni al servizio del tethering, ma sui seguenti dispositivi non è abilitabile: iOS, Black Berry 10, Windows Phone 8, Android 4.x (*). Su iOS (versione 8.3) e su Android (versioni successive alla 4.x) è possibile attivare la funzionalità tethering.

(*) Per alcune versioni personalizzate di Android 4.x è possibile abilitare il tethering seguendo questi semplici suggerimenti:
a) cancellazione di tutti i punti di accesso pre-installati dall’Operatore Telefonico (esempio: WAP TIM, TIM Web, iTIM);
b) creazione del nuovo punto di accesso Tiscali, leggi i parametri di configurazione.

Cercando in rete ho trovato la soluzione. Cercando e Facendo sperimentazione.

Provando

Provando

e ancora provando, sono riuscito a farlo andare.

Potete vedere il video ma vi metto anche i parametri per configurarlo nel modo corretto

Come ho fatto?

Vi spiego come è successo…..

Ho ricevuto più volte richieste di aiuto per il non funzionamento ma non ci ho mai prestato molta attenzione perchè a me ha sempre funzionato. Fino a ieri!

Già mio figlio mi aveva detto che lui non ci riusciva e non gli funzionava.

Alcuni follower su YouTube e su Facebook mi dicevano che avevano lo stesso problema

nome: Tiscali internet

APN: tiscalimobileinternet

tipo di autenticazione: nessuno

tipo APN: default,dun,supl,internet

protocollo APN: IPv4

protocollo roaming APN: IPv4

tipo MVNO: SPN

valore MVNO: tiscali mobile

E’ molto importante che cancelliate tutti gli APN presenti nel telefono (come ho fatto io…!!!) e lasciate solo quello Tiscali Mobile.

Tethering Tiscali Non Funziona. Come Fare? ✔︎ SOLUZIONE

Tethering Tiscali Non Funziona. Come Fare? ✔︎ SOLUZIONE

Ti ricordo ancora che in questi dispositivi non è possibile abilitare il Tethering Tiscali Mobile:

  1. iOS
  2. Black Berry 10,
  3. Windows Phone 8,
  4. Android 4.x (*).

Invece è possibile attivare la funzionalità tethering su:

  1. iOS (versione 8.3)
  2. e su Android (versioni successive alla 4.x)

Leggi il mio post su come fare la registrazione per il MyTiscali

Leggi il mio post su come configurare l’APN Tiscali

Scrivete nei commenti se ci siete riusciti. A me ha funzionato al primo colpo.

Ricordate che il negozio migliore di Cagliari di Telefonia, il negozio Tiscali migliore a Cagliari lo trovate solo e soltanto in piazza de Esquivel 8 a Cagliari. Ampio Parcheggio.

Assistenza solo per i clienti che fanno il contratto presso il nostro Store Tiscali.

PER IPHONE VEDI IL MIO VIDEO CON CONFIGURAZIONE SU YOUTUBE

Aggiornamento del 17/11/2020 Tiscali sul suo sito ufficiale ha reso disponibile i parametri per la navigazione tramite tethering.
Ecco il link per accedere direttamente alla pagina dei parametri tiscali:
https://assistenza.tiscali.it/mobile/guida/parametri/

Parametri di configurazione

Hotspot / Tethering

Con Tiscali Mobile è sempre disponibile il servizio Hotspot / Tethering per condividere con altri dispositivi la connessione dati mobile del tuo cellulare senza pagare alcun sovrapprezzo. Per la configurazione del servizio hotspot / tethering segui le indicazioni del tuo dispositivo.

Internet

Impostare questo punto di accesso per la navigazione sul web e per il servizio di posta elettronica.

Nome connessione TISCALI INTERNET
Tipo di trasporto dati GPRS o Dati a pacchetto
Nome punto di accesso tiscalimobileinternet
Nome utente [vuoto]
Richiesta password No
Password [vuoto]
Autenticazione normale
Indirizzo IP 0.0.0.0
Home page http://www.tiscali.mobi
Tipo di APN default,supl,dun
La nuova tariffa per Sim ricaricabili che la 3 riserva ai titolari di carta PAYBACK

La nuova tariffa per Sim ricaricabili che la 3 riserva ai titolari di carta PAYBACK

buzzoole codeBuzzoole

3 E PAYBACK INSIEME PER VINCERE!

Come molti di voi ben sapranno mi occupo di telefonia e internet già da diversi anni, e sono sempre attento alle offerte e proposte delle varie compagnie telefoniche.
Oggi, ho voluto impiegare 5 minuti del mio tempo per scrivere questo breve post, in cui vi illustro, un offerta a mio avviso, veramente incredibile!

ALL-IN 300 PAYBACK Con solo 5 euro al mese invece di 10 euro, e solo fino al 30 giugno 2015, ma è molto probabile che l’offerta venga prorogata, avreste per SEMPRE e RICARICABILE:

• 300 minuti di chiamate (75 minuti a settimana)

• 300 SMS (75 SMS a settimana)

• 2 GB di traffico internet (500 MB a settimana)

Solo 5 euro al mese capite????? Un vero affare!!!!!
Unico requisito, possedere la carta PAYBACK, PER CUI, COSA aspettate!!!!!!! 
Corrette a farvi la carta PAYBACK!
IO l’ho già fatta, comodamente standomene seduto di fronte al pc del mio ufficio, ma se tu vuoi puoi recarti anche nei punti vendita.
Ci sono dei requisiti da rispettare, che puoi vedere in questa pagina qui, come ad esempio dei tempi entro i quali fare e ricevere la carta e l’attivazione, ma oltre a questi piccoli particolari, potete anche ricevere la famosa carta per andare gratis al cinema la Card Blu.
Spero questo post ti sia piaciuto, e fammi sapere se tu hai avuto problemi per avere la tua Card e la Tua Promo, in ogni caso, scrivimi i tuoi commenti qui sotto, e condividi questo post nei tuoi social network così da far sapere anche ai tuoi amici e da chi ti segue questa fantastica opportunità, così come ho fatto io. 

 

Bip Mobile la compagnia telefonica Low Cost Fallisce

Bip Mobile la compagnia telefonica Low Cost Fallisce


home page Bep Mobile, fuori uso
Home Page Bep Mobile

La notizia è del 31 dicembre 2013 tarda serata, ma solo oggi vi è la certezza che l’operatore virtuale Bip Mobile, famoso per la sua pubblicità in televisione col personaggio dei cartoni animati Beep Beep, e famoso per le sue basse tariffe, noto ai più come operatore low cost, ha lasciato i suoi 220.000 utenti senza linea telefonica, non possono più telefonare ne essere chiamati.
Se non si sbrigano a fare la portabilità verso un altro operatore telefonico mobile, corrono anche il rischio di perdere il proprio numero di telefono, come già successo con altri operatori telefonici, come Blu e Eutelia.
Bep Mobile aveva iniziato la sua attività nel 2012, anche nei social network e nella pagina di Facebook non si capisce se gestita dall’operatore o da un suo utente scontento, si possono leggere decine e decine di post di utenti insoddisfatti,  delusi e preoccupati per la perdita del loro numero telefonico e soprattutto per i soldi che hanno dato alla compagnia per la ricarica delle loro sim card.
Anche il sito web della compagnia è fuori uso come potete vedere dalla foto in alto.
Il motivo del disservizio è da imputare ai problemi economici che affliggono la compagnia che non è riuscita a adempiere agli impegni nei confronti del suo fornitore Telogic che abilita la Bep Mobile su rete H3G.
Tutti i numeri di telefono che riconducono a Bep Mobile, sia dei clienti che degli uffici della sede dell’operatore, i numeri verdi e  l’agenzia stampa che curava l’immagine  della compagnia sono tutti irraggiungibili.

Auguri Buon Anno 2014 Bep Mobile
Auguri Buon Anno 2014 Bep Mobile

Sembra quasi un presa in giro gli auguri di buone feste e buon 2014 pubblicati sul sito di Bep Mobile rivolti ai suoi clienti e a quanti hanno creduto in Bep Mobile.
Neanche le tariffe aggressive con chiamate illimitate e 2 GB di internet lanciate a novembre 2013 al costo di 19,90 euro al mese sono servite a scongiurare il pericolo di chiusura del primo operatore low cost telefonico italiano come amava farsi chiamare Bep Mobile.
Il “rivoluzionario” operatore low cost, così come delibera AGCOM dovrebbe dare 30 giorni di tempo di preavviso ai propri utenti per permettergli di fare la portabilità verso un altro operatore, sono quindi tutti a rischio di perdere tutti i loro numeri di telefono.

Al lancio sul mercato della nuova società avevano dichiarato: “Siamo una grande novità, pronta a cambiare, e per sempre, lo scenario delle telecomunicazioni mobili in Italia”, e mi sa che ci stanno riuscendo benissimo!
Se anche tu sei cliente Bep Mobile e anche tu ti stai trovando nei guai perchè hai scelto questo operatore, e non riesci più a chiamare o farti chiamare, scrivi nei commenti la tua situazione o come hai risolto invece il tuo problema, se ci sei riuscito, male male che vada, puoi scrivere qualche “imprecazione” stando sempre nei limiti della civiltà….. nei confronti di Bep Mobile.