Couponing, cosa è come si fa? LA STRATEGIA DI SHOPPING ONLINE LOW COST

tratto da kiver.com, ecco un altro post potete leggere l’ntera raccolta qui, https://www.andreaportoghese.com/2013/04/coupon-cosa-sono-come-si-usano-chi.html
Se l’e-commerce ha già ampiamente dimostrato di non aver rivali tra negozi e botteghe, oggi a fare strada è una pratica sempre più diffusa tra gli e-shopper, ilcouponing. L’ottica è quella di risparmiare e le strategie per raggiungere l’obiettivo sono a dir poco ingegnose… 
Le ragioni del successo dello shopping onlinesono molte, tutte riconducibili a due grandi fattori: la praticità e la convenienza. La comodità di fare spese da casa e a qualsiasi orario del giorno, ci ha resi tutti degli e-shopper incalliti, degli acquirenti del web accorti e solitari, che amano fare shopping senza stress e con tutta calma. Online si posso evitare le folle dei centri commerciali, comparare prezzi e tariffe e sfruttare gli sconti dei coupon offerti dagli web store.
Sempre più diffusa tra gli utenti mobile, la pratica dell’utilizzo dei coupon si può considerare alla stregua di una vera e propria strategia di shopping low cost, da pianificare e costruire con gli adeguati strumenti.

Clicca qua per vedere l’infografica
Primo fra tutti, come suggerisce Daily Infographic, l’utilizzo dei social network, in particolare Facebook e Twitter, consente all’utente di entrare nel raggio degli “amici di un brand” e quindi di ricevere promozioni e restare costantemente informato sulle offerte in corso.
Altra pratica in uso comune da parte degli e-shopper, è quella di arrivare a un soffio dalla finalizzazione dell’acquisto online eabbandonare il carrello. I più indecisi si saranno accorti che questo meccanismo spesso innesca un richiamo commerciale da parte del retailer, che per convincere l’utente a concludere l’acquisto, invia per e-mail un coupon virtuale.
Un altro metodo per non lasciarsi sfuggire occasioni imperdibili, è la registrazione gratuita ad alcuni siti che allertano l’utente quando sono disponibili coupon dei suoi negozi preferiti.
L’ideale è che poi questi coupon siano riscattabili anche dal proprio device mobile, direttamente in store. Con la penetrazione degli smartphone, si sono diffuse infatti le coupon app, che consentono e rendono agevole questa pratica sempre più radicata (negli Stati Uniti gli utenti che riscattavano coupon da mobile erano 12,3 milioni nel 2010 e secondo le stime arriveranno a 53,2 milioni nel 2014).
E quando proprio del coupon non c’è neanche l’ombra, l’ultima carta da giocarsi è una chat con l’operatore dello store online. Quasi certamente vi starà aspettando con una manciata di coupon da distribuire e se così non fosse, potete sempre chiedere con gentilezza almeno una consegna gratuita…
Segnalate in questo blog le vostre esperienze con i coupon, facciamo che diventi il più grande raccoglitore di storie di coupon.
Stiamo preparando anche un software on line, gratis, free, che vi permetterà la realizzazione dei vostri coupon on line.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.