Cinque Buoni Motivi per Vivere in Sardegna. E scoprirai che il quarto è il mio preferito!

5 BUONI MOTIVI PER VIVERE IN SARDEGNA

Si parla tanto della Sardegna, nel bene e nel male. Che siamo pecorari e pastori, che siamo sequestratori, che siamo chiusi e costruiamo i muretti a secco da cui spariamo di nascosto, che siamo pocos, locos e mali unidos, (pochi,stupidi e mali uniti…) un detto che a mio avviso rappresenta veramente una buona fetta dei un milione e mezzo della popolazione sarda.

Insomma, sembrano tutti lati negativi, ma quali sono i  lati positivi per i quali ci sono dei buoni motivi per vivere in Sardegna e se non si è Sardi per trasferirsi a vivere in Sardegna?

Ecco una mia piccola classifica personale e vi spiego anche il perchè.

L’idea di scrivere questo post mi è nata ieri che si è presentata una bella signora inglese e dall’accento inglese ma che parlava e capiva benissimo l’italiano con un marito invece che di italiano non capiva esattamente mezza sillaba per cui lei faceva la traduzione.

Vivono da febbraio in una bella villa appena acquistata  a Monti Nieddu, a pochi km dal Diveraland, in comune di Maracalogonis. ovviamente io conosco la via ed il numero e conosco esattamente la villa e l’indirizzo ma per rispettare la sua privacy, anche perchè poi a voi… cosa interessa? qui non la riporto, ma sappiate che abita come diciamo noi a pizzu e monti, sopra il monte. circondato da altre splendide ville, vegetazione rigogliosa, alberi alti…. e alcune villa hanno piscina e campi da tennis, insomma un vero paradiso e di sicuro il costo di acquisto non è stato esorbitante di sicuro a Cagliari sarebbe costata un patrimonio una villa così….

Tutto questo mi ha fatto pensare, cosa ha spinto questa bella signora e famiglia a trasferirsi in Sardegna dalla bella e ricca Inghilterra? Quali sono i buoni motivi per cui è venuta a vivere in Sardegna?

Volevo ancora aggiungere prima di fare la lista dei miei 5 buoni motivi, ma che di sicuro corrispondono anche a quelli della signora e consorte inglese che è venuta da me perchè aveva esigenza di vedere la tv inglese BBC 1 BBC 2 ecc. ecc. diceva che su Sky non la trasmettono, e quindi aveva bisogno di sicuro per vederla o una bella parabola da collegare al satellite oppure una connessione internet attraverso la quale vedere con una smart tv i canali TV che non trasmettono su Sky.

Aveva già qualche preventivo di qualche installatore antennista, ma dice che gli hanno chiesto per la parabola 1.500 euro, forse l’installatore si è fatto un po influenzare e contagiare dal Rolex tutto oro con diamanti alle ore che la signora aveva al polso, e ha pensato, “custa è prena e dinai, mo’ gli sparo 1.500 euro così porto mia moglie a fai sa crociera!” ( trad. Questa ricca signora, è piena di soldi, ora le scucio un po’ di grana così che posso portare mia moglie in crociera…)

Ma l’installatore/antennista, a mio avviso, non aveva fatto bene i conti con l’oste, in questo caso con la signora, perchè a me piace sempre ripetere, anche a mia moglie, che i ricchi sono ricchi non perchè sono ricchi, non nascono ricchi, i ricchi sono ricchi perchè non spendono, non sperperano, non sprecano i loro soldi. Certo si può nascere ricchi e anche ricchissimi ma secondo voi anche se fossi nato ricco e mi fossi comprato ville, yacht, orologi d’oro, e vino costosi, avessi speso tutti i miei soldi in tabacco, al casinò, con i tatuaggi, o in viaggi, ora cosa mi rimarrebbe?

Nulla, sarei povero.

Se invece nasco ricco e non spreco i miei soldi, questi soldi mi restano, e resto ricco. Ecco come ha ragionato la signora inglese dal Rolex d’oro tempestato da diamanti.

E’ venuta da me a cercare una soluzione più a buon mercato ma sempre efficace per vedere i suoi canali BBC one,  BBc two ecc. ecc.

Ma ecco la mia personale classifica

  1. al Primo Posto incontrastato ed assoluto il Mare. Come non poter mettere al primo posto il bellissimo, pulitissimo trasparentissimo, cristallino, azzurro mare della Sardegna? Le isolette da cui è circondata la Sardegna, Carloforte, Budelli, Sant’Antioco, anche se non è più un isola perchè ora è attaccata alla terra ferma (che non è ferma perchè sempre isola è) l’Asinara, Caprera. Le bellissime spiagge di Villasimius, Chia e Buggerru, la Costa Smeralda con Porto Cervo e Porto Rotondo, con la sua popolazione di miliardari Russi, (li forse è un po meno Sardegna, attori, principi arabi, calciatori e veline.
  2. il clima,  la natura e lo sport… che che se ne dica anche se il tempo in questo periodo di inizio maggio 2018 data in cui sto scrivendo questo post (e mi piace sempre ricordare che i miei prof a scuola mi dicevano che non sapevo scrivere e che non avevo fantasia.. se non metto un freno scrivo fino a domani…). Per circa sei mesi da fine aprile fino a tutto i primi di ottobre si può tranquillamente godere di questo bellissimo clima e andare al mare o fare delle bellissime scampagnate al sole e all’aria aperta.  E che dire delle numerose grotte di cui è ricca la Sardegna come quella di Ispinigoli, di Is Zuddas e Della Foca monaca a Calagonone, già famosa per la magnifica spiaggia di Cala Luna? Per quanto riguarda lo sport basta ricordare le arrampicate, il free climbing, il golf, la canoa ma soprattutto la vela, il surf, il wind surf, e il Kitesurf, grazie al fortissimo vento che soffia spesso quasi tutti i giorni dopo pranzo.
  3. la storia, la cultura, i nuraghi. Ma sarà vero che la Sardegna è la vecchia e scomparsa Atlantide? Ma è vero che dai nuragici derivano gli egiziani e tutte le altre popolazioni del Mediterraneo? Che dire poi del Regno di Sardegna da cui è stata fatta l’italia? Le chiese, i monumenti, i nuraghi, i musei, i Giganti di Monti Prama, guerrieri di migliaia di anni fa ma talmente moderni che sembrano state di  guerrieri della nostra epoca, infatti anche io nutro dubbi che le statue siano così antiche.
  4. al di la di quello che si può pensare della Sardegna, la Sardegna non è arretrata tecnologicamente, anzi… Quindi al quarto posto, il mio preferito come hai potuto leggere nel titolo, metto la tecnologia e Internet Ovviamente la fa da padrone. Al di la quello che si potrebbe pensare la Sardegna non è regione di Digital Divide, anzi vantiamo il maggior numero di città raggiunte dall’adsl, almeno la 7 mega, ma chi la fa padrona è l’adsl con la 20 mega, Le città Maggiori, le 4 capitali di provincia Cagliari, Sassari Nuoro Oristano ha la fibra 100 mega mentre Solo a Cagliari per ora regna la Fibra Mille Mega come puoi vedere dai numerosi video e speedtest che ho fatto anche io in questo video qui. Inoltre ti ricordo che quando si dice internet in Italia si dice Cagliari e si dice Sardegna e si dice Video on Line col mitico Niky Grauso, noto imprenditore isolano che ha lanciato in tutta Italia internet, costola da cui è nata Tiscali e ha preso piede in tutta Europa. Cagliari è sempre città pilota in progetti che riguardano internet e le sperimentazioni sulle connessioni. Esistono vari laboratori, business angel, ventur capitalist, e incubatori di impresa dove le più promettenti start-up nel campo tecnologico e delle bio-tecnologie eseguono esperimenti e portano avanti le loro innovative tecnologia. Solo per ricordarne alcuni, Porto Conte ricerche, dove si fanno sperimentazioni e ricerche sul DNA, ti ricordo che il popolo sardo è tra i più longevi al mondo, ecco un altro buono motivo… e Sardegna Ricerche nel bellissimo Parco Tecnologico di Piscinamanna a Pula dove sono incubate alcune tra le più promettenti start-up tecnologiche nazionali e mondiali. Ti ricordo anche Sinnova, il salone dell’innovazione  delle aziende che hanno sviluppato le loro tecnologie in Sardegna. Tiscali, Fastweb, Tim, Linkem Wind 3, e tante altre compagni telefoniche sono presenti in Sardegna anche nei più piccoli paesini per assicurarti la connettività di cui hai bisogno per te, per la tua famiglia, per la tua professione, per la tua azienda, il tuo Hotel, il tuo B&B, il tuo agriturismo, dalla adsl 20 mega fino alla fibra mille mega fino alle zone, ai palazzi e alle ville non raggiunte dalla linea fissa con Linkem o con internet via satellita puoi garantirti la navigazione senza limiti e dal costo contenuto mensile. Rivolgiti con tranquillità al miglior negozio di telefonia in Sardegna in piazza Mons. De Esquivel 8 a Cagliari, dove il titolare Andrea Adslloso Portoghese (il sottoscritto, eh eh eh ….) potrà con la sua professionalità , simpatia ed esperienza consigliarti ed offrirti  il prodotto migliore per la tua casa anche al mare o per le tue vacanze per navigare senza pensieri. Se in più hai problemi con le compagnie telefoniche, luce e gas e Tv a pagamento (Sky e Mediaset) Andrea potrà consigliarti la soluzione più adatta per avviare senza nessun costo da parte tua una procedura di conciliazione, pratica che ti consente di prendere il maltolto che ingiustamente ti hanno fatto le compagnie telefoniche.
  5. Il cibo, il vino, le tradizioni locali, i dolci, le feste, il porceddu arrosto, la bottarga di Cabras, i ricci di mare, i funghi, gli asparagi, i fichi d’ndia, il torrone di Tonare, le Mandorle di Baressa, e tutti gli altri prodotti che la nostra meravigliosa natura della Sardegna ci offre. La festa di Santa Greca a Decimomannu, l’ultima domenica di settembre, col fumo degli arrosti che si alza in cielo e si vede e si sente il profumo fino a Cagliari, tu ci devi assolutamente andare. Sant’Efisio a Cagliari il primo maggio, la Sartiglia a Oristano a febbraio/marzo circa, dipende dalla Pasqua.

Fuori concorso metto al (6° posto) sesto posto un motivo che ho messo all’inizio e cioè la riservatezza che contraddistingue il popolo sardo (non tutto) che a volte fa bene un po di affari propri non fa mai male. Può essere visto sia come un punto di forza a volte come un punto di debolezza. Valuta Tu.

Ti dico di leggere anche il mio post 5 Buoni Motivi per Vivere a Cagliari

e se non lo hai ancora fatto ti invito a lasciare un commento sui tuoi buoni motivi per vivere a Cagliari.

 

 

Andrea Portoghese

Ciao Sono Andrea Portoghese, e sono il fondatore di questo Blog, Sono Sposato ho 3 figli e sono on line col mio primo sito dal lontano 1994, gli albori di Internet. Mi occupo di telefonia, internet, modem e wifi e anche se non sono un fotografo per una serie di eventi fortuiti, una mia foto è finita su Wikipedia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *